Casa della confraternita a Erlangen 01

Casa della confraternita a Erlangen

Durata, confronto con uno smalto

La Casa Bianca a Washington D.C. non è stata (ancora) rivestita con ClimateCoating®. Questa è una casa di legno a Spremberg vicino a Cottbus. Le foto sono del novembre 2005, il rapporto del 2006. Il rivestimento è stato fatto nel settembre 2000, quando l’edificio era in condizioni pietose. La superficie del legno era già pesantemente attaccata perché era stata esposta alle intemperie per anni senza protezione.

Muschi, funghi e licheni si erano depositati sul terreno umido. Pertanto, era necessario un pre-trattamento accurato del substrato. Rivestendo con ClimateCoating® , è stato possibile ottenere un notevole successo nella ristrutturazione. Le parti in legno sono state attivamente deumidificate in modo che la struttura potesse solidificarsi di nuovo. Oltre all’aspetto attraente, si può notare che dal rivestimento con ClimateCoating® non si sono verificate infestazioni di microrganismi come alghe, funghi, licheni o muschi.

Per i proprietari di casa, l’investimento è stato pienamente ripagato, soprattutto perché tutti possono vedere quanto sforzo deve fare il vicino per mantenere la sua casa vetrata marrone (a sinistra nella foto) anno dopo anno. Alla Casa Bianca, invece, la manutenzione della facciata rivestita con ClimateCoating® non è ancora necessaria. Si può vedere ogni struttura delle fibre del legno quando si riveste con ClimateCoating®, in modo da mantenere l’impressione naturale. Tuttavia, con 0,3 mm, la protezione a lungo termine è data. La protezione contro i microrganismi è praticamente priva di tossine, il che rende ClimateCoating® sorprendentemente diverso dagli altri rivestimenti per facciate. Non è solo economico da usare, ma anche ecologico. Dal settembre 2000 non è stato necessario alcun rivestimento. (03.01.2006).

Nel frattempo, c’è anche un rapporto dall’Olanda: La Casa Bianca a Spaarndam

Qui, esperienze sorprendenti sono state fatte anche dopo aver rivestito di nero una facciata di legno: La casa nera in Olanda

ClimateCoating® per case a graticcio 01

ClimateCoating® per case a graticcio

La collezione fotografica sul tema delle “case a graticcio” mostra fotografie dagli anni 2012 al 2015. Il rivestimento ClimateCoating® delle case a graticcio è stato eseguito nelle combinazioni Exterior + Nature o History + Nature; come primer è stato usato Fix Plus o Nature Primer.

ClimateCoating® Nature per componenti in legno è stato sviluppato per soddisfare i requisiti speciali del materiale da costruzione più antico e naturale. Proprio perché il legno è così vivo, reagisce sensibilmente alle influenze del tempo come l’umidità, i raggi UV, l’inquinamento atmosferico e i funghi, i parassiti e gli insetti. Ecco perché il legno ha bisogno di cura e protezione.

Per gli edifici storici, si usa il prodotto ClimateCoating® History. Quasi tutti i substrati minerali dei vecchi edifici sono contaminati da acqua e sale. La storia soddisfa il requisito della protezione dei monumenti per un rivestimento che è ottimamente aperto alla capillarità e alla diffusione, che dovrebbe prevenire l’accumulo di sale e umidità e anche resistere a tutte le sollecitazioni ambientali moderne.

L’applicazione combinata dei prodotti summenzionati per l’intonaco e il legno è la conclusione logica del rendimento a lungo termine osservato su diverse facciate e in diverse regioni. Il vantaggio preventivo per le case a graticcio rivestite con ClimateCoating® è soprattutto il calmiere termico e la protezione dalle intemperie, soprattutto dalla pioggia battente.

ClimateCoating® Nature riduce fortemente il gonfiore e il ritiro del legno. Inoltre, c’è l’eccellente adesione laterale di entrambi i prodotti – cioè su legno e su intonaco – così come le proprietà elastiche e di crack-bridging della membrana ClimateCoating®. Questo spiega l’ottima idoneità di ClimateCoating® per le facciate a graticcio.