Case a schiera nei Paesi Bassi 01

Case a schiera nei Paesi Bassi

Poco più del 5% di risparmio energetico

Oltre a un aspetto buono e stabile per molti anni e alla protezione dalle intemperie, un rivestimento ClimateCoating® sulla facciata comporta anche un risparmio di energia per il riscaldamento. Questi variano a seconda del materiale della parete e del tipo di edificio. Per queste case a schiera a Ymere, nei Paesi Bassi, era più del 5% dopo il rivestimento nel 2011. Non è niente di speciale, si potrebbe pensare – nell’edificio comparativo con 3 cm di isolamento in polistirolo non è stato molto di più dal 1990. La caratteristica speciale qui è la relazione delle proporzioni della superficie avvolgente del muro esterno con il tetto e le finestre.

Casa indipendente in Erlenbach 01

Casa indipendente in Erlenbach

In questa casa indipendente, la combinazione di una costruzione solida con ClimateCoating® ThermoProtect e il riscaldamento a infrarossi con ClimateCoating® ThermoPlus assicura un consumo energetico inferiore rispetto alla casa vicina con un valore U“migliore”.

È una casa unifamiliare. La costruzione della parete consiste in 24 cm di calcestruzzo poroso, un totale di 3,0 cm di intonaco all’interno e all’esterno e un rivestimento Thermo-Shield all’interno e all’esterno (cioè ClimateCoating® ThermoProtect all’esterno e ThermoPlus all’interno).

Il riscaldamento è fornito da pannelli di radiazione IR (infrarossi), che consumano energia elettrica primaria e creano un comfort termico migliore di qualsiasi riscaldamento a convezione.

Il riscaldamento a infrarossi qui installato, in combinazione con il rivestimento riflettente IR ClimateCoating®, crea il massimo comfort ed economia. Per il periodo da marzo 2008 a marzo 2010, sono stati verificati costi di riscaldamento inferiori a 450 euro all’anno.

Allo stesso tempo, la valutazione dei risultati di misurazione porta la teoria del valore U ad absurdum. È analiticamente e metrologicamente provato che il cosiddetto valore U come misura primaria della domanda di energia di riscaldamento è un prodotto di fantasia.

La base per la valutazione è un protocollo del 2011 sulle misurazioni del valore U delle pareti esterne di diverse case monofamiliari con diverse costruzioni di pareti. Le misurazioni effettuate dimostrano l’influenza positiva di ThermoPlus e ClimateCoating® ThermoProtect sulla resistenza termica delle pareti esterne.

Il compito delle misurazioni era di provare l’influenza positiva di ClimateCoating® sulle pareti esterne con diverse costruzioni di pareti. Inoltre, si dovrebbe determinare il comportamento di raffreddamento e la fase di riscaldamento dell’aria e la temperatura della parete.

I luoghi di misurazione erano 2 case monofamiliari con diverse costruzioni di muri. Le misurazioni sono state effettuate sul lato ovest della casa ad un’altezza di circa 3-5m. Tutte le misurazioni erano in gran parte soggette alle stesse condizioni con una differenza di temperatura tra l’interno e l’esterno di circa 15°C. Sono stati utilizzati lo strumento di misura TESTO 635 e i sensori PT100. La costruzione del muro della casa vicina è costituita da 36,5 cm di cemento cellulare, il valore U qui è di 0,30 W/m²K in media, come il produttore specifica anche nel suo volantino.

Dal 20.02.2010 ore 17:30 al 21.02.2010 ore 9:00, sono state misurate varie variabili all’interno e all’esterno della stanza:

  • Temperatura dell’aria interna
  • Temperatura dell’aria esterna
  • Temperatura della superficie della parete all’interno
  • “il valore U
  • rH [%]; probabilmente il rel. Umidità esterna
  • Mat [%], l’umidità del materiale nella posizione sconosciuta

Una delle domande da porsi qui è: Cosa viene misurato? È davvero la temperatura dell’aria della stanza? Le temperature della superficie della parete aumentano perché il riscaldatore IR emette radiazioni di calore. Oltre alla radiazione primaria, anche la radiazione secondaria ha un effetto. Questo è il motivo per cui anche le superfici murali nascoste che non sono nel cono diretto del riscaldatore, ad esempio dietro una poltrona, diventano più calde.

Il sensore per la temperatura dell’aria ambiente non visualizza quindi la variabile effettivamente misurata, ma un valore superiore. Questo perché viene irradiato allo stesso modo e quindi riscaldato.

Quando si tratta di processi di radiazione, la teoria del valore U è fuori luogo. Si aggiunge solo alla confusione e alla diluizione piuttosto che fornire un contributo esplicativo modello. Questo perché i processi di radiazione sono estranei alla teoria del valore U.

La temperatura dell’aria della stanza non è la variabile determinante quando si tratta di processi IR. Si tratta di fisica della radiazione nella gamma di lunghezze d’onda intorno ai 10 µm nei seguenti casi:

  • – Superfici rivestite con tecnologia a membrana termoceramica (riflessione IR)
  • – Riscaldamento con sistemi di riscaldamento basati sul principio della radiazione termica (riscaldamento IR)
  • – la combinazione di riscaldamento IR e rivestimento riflettente IR

Combinando il riscaldamento IR con il rivestimento ClimateCoating®, gli occupanti della casa monofamiliare di Erlenbach hanno ottenuto un alto grado di efficienza energetica come risultato del comfort (temperature superficiali più alte, maggiore simmetria di temperatura), riscaldamento più veloce, raffreddamento ritardato – il tutto con un valore U “peggiore” rispetto alla casa vicina.

Dal 2015, thermoshield-farben.de ha pubblicato quanto segue: “Per il periodo da marzo 2008 a marzo 2014, sono stati dimostrati costi di riscaldamento inferiori a 450 € all’anno. Rispetto a una casa passiva secondo EnEV2009. 30% in meno di costi di riscaldamento, 20% in meno di costi di costruzione, 50% in meno di costi di manutenzione”. Questo contraddice la teoria del valore U, ma questa è la pratica.

Casa appartamento in Kapfenberg 05

Casa appartamento a Kapfenberg

10% di risparmio di energia per il riscaldamento dopo la ristrutturazione della facciata effettuata nel 2011, valutazione di WEG

Il condominio di Kapfenberg, in Austria, è un grattacielo (piano terra + 10 piani) costruito nel 1974 con 44 appartamenti. Il riscaldamento era il teleriscaldamento (senza preparazione di acqua calda). La superficie della facciata rinnovata con ClimateCoating® ThermoProtect nel 2011 è di circa 4100 m². L’azienda specializzata che ha eseguito il lavoro era Fa. HESCHmaler di 8345 Straden.

Un’analisi della variazione del consumo di energia per il riscaldamento è stata effettuata nel gennaio 2015 dall’ing. Franz Windisch e l’ing. Herbert Emminger, che appartengono all’associazione dei proprietari. Mentre il consumo di energia per il riscaldamento nel periodo di fatturazione 2010/2011 era di 394,6 MWh, era solo 352,8 e 358,9 MWh nei due periodi di fatturazione successivi. Questo corrisponde a una riduzione del consumo di circa il 10%.

Per un confronto economico, si devono confrontare solo i costi aggiuntivi; nel confronto con l’isolamento delle facciate, si tratta della differenza di costo del materiale per il cappotto di livellamento dell’ETICS. Il potenziale di risparmio dell’isolamento delle facciate è dato da IWO Austria come 22%, da IWO in Germania è 19%, co2online gGmbH Berlino dà 19% (02.2014) e secondo Heizspiegel Germania 2014 è solo 12% (10.2014).

Ristrutturazione casa colonica nei Paesi Bassi 07

Ristrutturazione casa colonica nei Paesi Bassi

Pareti macchiate dipinte sopra

Questo vecchio edificio nei Paesi Bassi è stato ristrutturato con ClimateCoating® ThermoProtect nel 2013. Il problema qui era che a causa del precedente utilizzo anche come edificio stabile, le pareti esterne avevano assorbito alcuni liquidi e si erano macchiate. La decisione di utilizzare ClimateCoating® Exterior è stata quella giusta, perché ha impedito che le macchie sanguinassero senza la necessità di ulteriori costose misure di ristrutturazione.

Appartamenti in Botkyrka 01

Appartamenti a Botkyrka

Un’applicazione sorprendente per i valori di calcolo di ClimateCoating®. 12% di risparmio energetico grazie alla ristrutturazione della facciata con ClimateCoating® ThermoProtect

I condomini di Botkyrka erano due grandi edifici di appartamenti con l’indirizzo Branta Backen 7-15 e 17-29 a Tumba, comune di Botkyrka vicino a Stoccolma in Svezia. Botkyrka è un comune della provincia svedese di Stockholms län e della provincia storica di Södermanland. La città principale del comune è Tumba.

Nel 2009, i preparativi per la ristrutturazione della facciata erano in corso. Questo includeva ispezioni, consultazioni e una proiezione del potenziale di risparmio energetico previsto. Utilizzando i valori di calcolo ClimateCoating®, lo studio di ingegneria berlinese DIMaGB ha determinato un ΔUäqu del 19%, che porta a un potenziale di risparmio ΔQ = 12% quando si tiene conto della geometria dell’edificio.

A seguito di un’analisi della redditività, l’azienda di alloggi ha deciso di rinnovare la facciata con un rivestimento ClimateCoating® ThermoProtect. Nel febbraio 2014, ÅF-Infrastructure AB, una società svedese di ingegneria/consulenza attiva a livello internazionale, ha effettuato una valutazione del monitoraggio. “Per Branta Backen 7-15 la diminuzione corrispondeva [des Energieverbrauchs] all’11,0% e per Branta Backen 17-29 al 13,2% nello stesso periodo.”

Casa appartamento in Jonava 03

Casa appartamento in Jonava

14% di risparmio energetico per il riscaldamento dopo la ristrutturazione della facciata effettuata nel 2009, valori di consumo certificati per il periodo 2008-2014

Il condominio è un edificio prefabbricato. L’indirizzo è Chemikų gatvė 112, Jonava 55231. Si trova in Lituania, vicino a Kaunas, nel centro del paese, a una latitudine simile a quella di Saßnitz (Rügen). L’edificio ha 5 piani, 2 scale e 20 appartamenti. La facciata è stata rivestita con ClimateCoating® ThermoProtect nel settembre 2013. Le foto dell’oggetto sono state fornite dalla società UAB “Termofasadai” di Kaunas, Lituania. La differenza visiva tra “esistente” e “rinnovato” è chiaramente riconoscibile. La valutazione dei valori del consumo di energia per il riscaldamento si basa su dati di consumo notarili per il periodo dal 2008 al 2014.

Mentre il consumo di energia per il riscaldamento è stato in media di 209,2 MWh tra il 2008 e il 2012, è sceso a 187,7 MWh nel 2013 e 170,3 MWh nel 2014. Nel 2013, la distribuzione era di 128,4 MWh prima della ristrutturazione e 59,3 dopo la ristrutturazione (2,16 : 1). Calcolata in media, la riduzione del consumo di energia per il riscaldamento è di circa il 14%. Il valore per il 2013 include le parti del periodo di riscaldamento prima e dopo la ristrutturazione e quindi il risultato è un po’ diluito.

Anche qui, l’uso di ClimateCoating® ThermoProtect si è dimostrato una misura economica. L’IWO dà il potenziale di risparmio dell’isolamento delle facciate come 19%, co2online gGmbH Berlin dà 19% (02.2014) e secondo Heizspiegel Deutschland 2014 è solo 12% (10.2014).

Blocco di appartamenti a L'Aia 01

Blocco di appartamenti a L’Aia

Con ClimateCoating® ThermoProtect: senza crepe dopo 9 anni sulla facciata

All’epoca non era previsto alcun test ufficiale, ma la pratica fornisce spesso risultati convincenti. Le immagini mostrano un complesso residenziale in Dedemsvaartweg a L’Aia, nei Paesi Bassi. Le facciate sono state dipinte nella primavera del 2006 e il 25.02.2015 il signor Henk van Leeuwen della società Coateq è interessato all’oggetto.

All’epoca, venivano utilizzati 2 prodotti diversi per la pittura: la vernice per facciate ClimateCoating® ThermoProtect della SICC GmbH, Berlino, e la vernice per facciate di un leader del mercato tedesco. Dopo circa 9 anni, le superfici sono state messe sotto il microscopio.

SICC GmbH rivendica come produttore: “L’alta resistenza alle sollecitazioni ambientali come lo smog, gli acidi, i sali e l’ozono, così come alle radiazioni UV, assicura l’alta elasticità di ClimateCoating® Exterior e previene le crepe dovute all’infragilimento o all’invecchiamento per un lungo periodo di tempo. Le fessurazioni da stress sono notevolmente ridotte perché la protezione termica fornita da ClimateCoating® Exterior, con la sua alta percentuale di sfere cave in ceramica incorporate in un legante speciale, riduce significativamente i diversi movimenti di espansione dei materiali da costruzione”.

Le immagini le danno ragione, il test pratico sulla facciata in condizioni atmosferiche esterne è stato superato anche qui: il rivestimento è privo di crepe dopo 9 anni.

La casa nera a Madrid 01

La Casa Nera a Madrid

Valore di riferimento della luminosità o valore TSR: ClimateCoating® funziona anche in nero.

La “casa nera” in Olanda è già diventata un termine familiare: si dipinge una casa di nero – e non ci sono crepe, bolle o altri danni. E questo per anni. La “Casa Nera” di Madrid si trova nella capitale spagnola dalla primavera del 2014. L’edificio si trova in Calle de Manual Tovar 42 / angolo di Calle Salcedo e ospita il Laboratorio Urbano di Madrid, tra gli altri. Qui, circa 2.000 m² di facciata in clinker sono stati rivestiti con ClimateCoating® in nero – in un’epoca in cui si parlava ancora del valore della luminosità.

Ma indipendentemente dal fatto che si tratti del valore di luminosità o del valore TSR (“Total Solar Reflectance”) – ClimateCoating® rompe gli schemi di pensiero tradizionali. Puoi chiamarlo “il bianco nero”, puoi anche lasciar perdere. Vale la pena notare: una facciata nera non deve necessariamente significare riscaldamento e distruzione se si opta per ClimateCoating®.

Parlando del valore TSR: ClimateCoating® riflette anche la parte UV della radiazione solare (SOL = UV + VIS + IR) solo in misura modesta, circa il 10%. Grazie alle perle di ceramica cave, tuttavia, questo non ha alcun effetto. Così, l’esperto arriva alla conclusione che ClimateCoating® è più di una semplice vernice. A proposito di colore: le 80 cavità delle finestre con rivestimento in alluminio sono state verniciate in 18 tonalità diverse con ClimateCoating®.

Tvätta grusfasad 04

Lavaggio facciata in ghiaia

Isolamento termico estivo e invernale

Questa casa è uno dei primi edifici residenziali di Rosmalen (Den Bosch, Paesi Bassi). La solida facciata con ghiaia lavata offre poca resistenza alla penetrazione del calore del sole in estate, e molto calore sfugge dalla casa durante la stagione del riscaldamento. Nel novembre 2016, la facciata è stata dipinta con ClimateCoating® ThermoProtect.
Il risultato è soddisfacente:
Durante le fredde notti invernali, la temperatura della stanza non scende quasi più, anche con il termostato impostato più basso. Al mattino, la temperatura della stanza viene rapidamente portata a più di 20°C. Anche se qui l’emirica non è più precisa, questo esempio dimostra che ClimateCoating® sulla facciata è in grado di mantenere il calore in casa.

Farmacia a Witten 01

Farmacia a Witten

Ristrutturazione economica ed efficiente dal punto di vista energetico. L’uso di ClimateCoating® nella modernizzazione ha liberato il denaro per un nuovo annesso per la nonna.

L’edificio ristrutturato della Central Apotheke a Witten è diventato un gioiello. Il rivestimento della facciata con la tecnologia della membrana termoceramica ClimateCoating® ThermoProtect applicata dall’impresa di pittura Fox & Fox protegge dal calore estivo e dalla perdita di calore in inverno. ClimateCoating® ThermoProtect è stato utilizzato anche per le erbe medicinali dipinte dall’artista di Dortmund Denis Klatt. Il colore è molto resistente e anche repellente allo sporco.

Michael Hillebrecht, capo creativo del gruppo di progetto Wellmess, Witten, basa i suoi concetti rigorosamente sui criteri di efficienza economica ed energetica. Per questo motivo, ha deciso di utilizzare una combinazione di vernice a risparmio energetico, un’unità di cogenerazione e il fotovoltaico per generare elettricità sul tetto per questo progetto. Durante la conversione parziale, è stata creata un’unità residenziale nel seminterrato.

Le immagini mostrano la facciata nel primo anno dopo il completamento. Il certificato energetico rilasciato dalla DIMaGB Energieberatung di Berlino per l’edificio energeticamente rinnovato chiarisce cosa significa efficienza energetica, anche in un vecchio edificio modernizzato: “tutto è nel verde”.

In questo progetto, costo-efficacia significa: alto beneficio con una spesa giustificabile e un periodo di ritorno gestibile. Il denaro risparmiato sull’investimento nella facciata grazie all’uso di ClimateCoating® è andato nella creazione di un appartamento. Il proprietario riceve un reddito dall’affitto e dalla remunerazione dell’elettricità.